19/10/2020
NUOVO DPCM ANTI - COVID
NUOVO DPCM  ANTI - COVID


Il nuovo Dpcm, firmato ieri sera dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte e pubblicato in Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n° 258 de 18/10/2020, introduce nuove regole “per il contenimento e la gestione” dell’epidemia da Covid-19, in vigore da oggi fino al 13 novembre 2020.
In sostanza il nuovo Dpcm del 18 ottobre, va a modificare quello del 13 ottobre 2020.
Le principali novità:

Ristorazione:
Il provvedimento prevede che “le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub,  ristoranti, gelaterie, pasticcerie) siano consentite dalle ore 5,00 sino alle ore 24,00 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei  persone per tavolo, e sino alle ore 18,00 in assenza di consumo al tavolo. Resta sempre consentita la ristorazione con  consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia  per l'attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino  alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di  consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Movida        
Nel testo del Dpcm, a differenza di quanto fatto ieri sera da Conte nella conferenza stampa di presentazione dei nuovi provvedimenti anti-Covid, non c’è il riferimento esplicito ai sindaci, ma saranno loro ad avere la responsabilità di introdurre una sorta di mini-coprifuoco per i luoghi della vita notturna a rischio assembramenti. In “strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta la chiusura  al pubblico, dopo le ore 21,00, fatta salva la possibilità di  accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private”.

Sport
Il Dpcm conferma lo stop agli sport di contatto a livello amatoriale e alle competizioni dilettantistiche. Inalterate le disposizioni sul numero degli spettatori agli eventi sportivi.

Sagre, fiere, convegni e riunioni
Il Dpcm dispone il divieto di “sagre e fiere di comunità”. “Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale  e internazionale, previa adozione di Protocolli validati dal  Comitato tecnico-scientifico” e “secondo misure organizzative adeguate alle dimensioni ed alle caratteristiche dei luoghi e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro”
Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, a eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza”, continua il testo, “tutte le cerimonie pubbliche si svolgono nel rispetto dei protocolli e linee guida vigenti e a condizione che siano assicurate specifiche misure idonee a limitare la presenza del pubblico"; nell'ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni (Giunta e Consiglio Comunale) si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni; è fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza.

Scuole Superiori 
Si conferma la volontà di continuare le lezioni in presenza, ma introducendo la possibilità di forme flessibili di didattica e di ingressi scaglionati alle scuole superiori, obbligatoriamente comunque non prima delle 9,00 anche per diluire le presenze sui mezzi pubblici nelle ore di punta.

In allegato:
- il nuovo Dpcm 18 ottobre 2020.
- l’allegato A del nuovo Dpcm 18/10/2020 che va a sostituire quello allegato al Dpcm 13/10/2020.
- il Dpcm 13 ottobre 2020.