05/12/2018
RINGRAZIAMENTI 38° SAGRA DELLA MOSCIARELLA
RINGRAZIAMENTI 38° SAGRA DELLA MOSCIARELLA



Un grazie sincero e di cuore a tutte le persone che anche quest’anno, con il loro contributo, hanno consentito di realizzare la 38 ° Sagra della Mosciarella.
Come sempre, una partecipazione fondamentale, irrinunciabile, commovente.
Per noi la festa della Mosciarella ha un sapore particolare: la sentiamo più di altre, ci ricorda la storia della nostra comunità, rappresenta l’identità del nostro paese.
Per cui, dopo avere condiviso tutto il programma (e quando dico tutto significa che insieme scegliamo anche il colore identificativo dei percorsi gastronomici) si parte, tutti insieme, senza cincischiare; si corre, ci si consiglia, ci si aiuta; non ti deve chiedere niente nessuno  e, del resto, ti viene naturale farlo: è la Mosciarella: sono i nostri nonni, i castagneti, le casette, la trebbia, gli uomini che pistano e le donne che sbendacchiano,  tutti insieme con entusiasmo.
L’entusiasmo  dei  proprietari delle cantine, dei volontari che hanno cucinato, dei commercianti che sostengono la festa ed il percorso gastronomico  (ovviamente quelli che aderiscono in quanto, purtroppo, c’è anche chi non collabora e gode solo dei benefici della festa..), i  gestori  degli stand, le donne e gli uomini in costume, il proprietario della trebbia, i dipendenti del Comune, le Forze dell’Ordine , gli espositori, il Centro Anziani ed il Nuovo Comitato “San Rocco”, il Museo Naturalistico ed il Gruppo di Azione Locale  e, soprattutto, i produttori della Mosciarella.
Abbiamo dovuto rinviare l’evento di una settimana per il maltempo, cosa che ci ha penalizzato, e siamo stati sfortunati per il blocco del traffico a Roma; speravamo in una partecipazione maggiore, vista anche la bella giornata, tuttavia abbiamo finalmente anche noi trovato il modo di stare più insieme e goderci un po’ la festa, come invece di solito non accade per le incombenze da seguire.
Sono certo che, come consuetudine, anche se stanchi, stiamo tutti pensando già alla prossima edizione, immaginando quello che c’è da migliorare, tra cui lo stato “di salute” del nostro Castagneto, per il quale continua l’impegno per ottenere, nei prossimi mesi, il riconoscimento come Monumento Naturale presso la Regione Lazio.
Il Sindaco
Francesco Colagrossi